LUANA GORZA

Luana Gorza nasce a Feltre (BL) il 3 Febbraio del 1962.
Già da piccola impara ad amare la natura. Le sue stagioni le trascorre ad osservare paesaggi mozzafiato in cima alle vette che la circondano. Oltre allo sport, sci e corsa, È appassionata anche di arte, pittura e lettura. Il lavoro e i due figli le occuperanno gran parte del tempo costringendola a rivedere modi e passioni. Nel 2003, presa da un vivere quotidiano impegnativo e poco rilassante, comincia a manifestare i primi sintomi di un cambiamento che inciderà profondamente nel suo vissuto. Nel 2005 le viene diagnosticata una malattia irreversibile e devastante, la SLA.

Non si scoraggia, ritiene che questa sia una nuova opportunità. Lascia ogni attività sportiva e si dedica con maggior intensità prima alla pittura e poi alla poesia. Da tre anni, costretta alla sedia a rotelle, non si arrende, e continua con i mezzi che ha a disposizione e con la buona volontà, a scrivere e a leggere. Trasforma il proprio dolore e líamore per la vita in versi e non si sente, assolutamente, sconfitta o incompleta. Anzi, ritiene che questo nuovo modo di vivere sia assolutamente più intenso e significativo. Ama peraltro i momenti di solitudine e consapevole del tempo che passa preferisce vivere il presente, cogliendo le sfumature più profonde di un vissuto che è già stato tutto un regalo.

Nel 2009 ha iniziato la stesura del libro “Storia del tempo inutile”, scritto in parte con solo la mano sinistra e finito con la dettatura ad un software vocale.

Nel 2009 ha anche pubblicato un libro di poesie “Rosa d´Autunno”.

Le sue poesie sono state inserite nelle raccolte “Luoghi di parole” edito da Aletti Editore.

  1 comment for “LUANA GORZA

  1. Ida Comel
    18 maggio 2015 at 19:28

    Ero presente a “prendi al volo la vita”.
    Ho pianto molto, ma uscendo sentivo come una forza dentro.
    In particolare ricordo il volto di Tania, mentre cantava nel coro. Sembrava che sentisse la presenza di sua sorella.

    Alla “Belluno-Feltre” non ho fatto a tempo di prendere una delle magliette, con la poesia di Luana. Erano finite e jhonny mi ha detto di richiederle, perché ce ne sarebbero state ancora. Sarebbe buona cosa anche ristampare il libro di poesie “Rosa d’autunno”.

    Vorrei salutare con un abbraccio forte sia Laura che Tania.
    Chiedo per cortesia di avere, se possibile, l’indirizzo email di Jhonny Schievenin, per informazioni di carattere sportivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *